I casinò potrebbero presto arrivare in Giappone

I casinò potrebbero presto arrivare in Giappone

Secondo Hiroaki Yoshida, presidente della società di investimenti dell'industria del gaming Pixel Company Inc, in Giappone potrebbero presto aprire dei resort in 6 regioni giapponesi. La legislazione che permette l'apertura di sale da gioco nel paese è passata di recente, e si tratta di un cambiamento che avrà grandi ripercussioni sul tutto il mondo dell'iGaming a livello globale.

Le regioni che Yoshida cita sono le più popolose e quelle con il maggior interesse turistico: si tratta di Sasebo nella prefettura di Nagasaki, Wakayama, Tokyo, Hokkaido e Osaka. Si dovrebbe partire, dice sempre il presidente di Pixel Company, con uno o due casinò, per arrivare alla cifra di cinque o sei nei prossimi quattro o cinque anni.

L'apertura del mercato del gioco nel paese del Sol Levante è un evento atteso da moltissimi operatori del settore. Con una popolazione di 127 milioni e un reddito medio elevato rispetto a quasi tutti gli altri paesi dell'Asia, il Giappone è un mercato assai promettente per le compagnie del gioco.

Nonostante i grandi passi compiuti, però, la legislazione non è ancora completa. Devono essere compiuti alcuni fondamentali passaggi come ad esempio l'approvazione dell'Integrated Resorts Implementation Bill, che dovrebbe essere discussa nel 2018. Ma gli operatori internazionali e le compagnie di investimento non stanno ad aspettare e, afferma sempre Yoshida, si sono già fatte avanti con la sua compagnia per possibili collaborazioni future. Segno del grandissimo interesse per il mercato giapponese da parte di tutti i giganti dell'industria.

SULL'AUTORE

Appassionata di giochi da sempre, ora ha finalmente la possibilità di scriverne e discuterne con altri appassionati come lei. Ama leggere, divertirsi e se la cava a smanettare col pc. Gioco preferito: la roulette!

Lascia un commento

  • Casinò
  • Giochi
  • Software
  • Pagamenti
X