Il Decreto Dignità di Di Maio vieterebbe le pubblicità di gambling

Decreto Dignità di Di MaioDa poco è uscito il testo del Decreto Dignità voluto fortemente dal vice premier e Ministro Luigi Di Maio. Nel testo è contenuta una norma che ha fatto accapponare la pelle a tutti gli operatori del gioco attivi nel mercato italiano: il divieto di pubblicità per i prodotti di gambling.

Il Decreto sembra per il momento bloccato in una lotta feroce che vede contrapporsi il Ministro Tria (addetto al controllo rigoroso della spesa pubblica), lo stesso Di Maio e il Ministro dell'Interno Salvini, schierato con Tria. Tuttavia Di Maio promette di andare avanti e di presentare il testo definitivo entro l'inizio della settimana prossima.

Se diventasse effettivo, il Decreto impedirebbe agli operatori del gioco di promuoversi attraverso spot e messaggi pubblicitari, cosa invece ad oggi permessa, a partire dal primo gennaio del 2019. sarebbe un duro colpo per loro, dato che l'Italia rappresenta uno dei maggiori mercati europei del settore, dove l'ammontare delle scommesse, in particolare per il settore del betting sportivo e dei casinò online, non ha mai smesso di aumentare.

SULL'AUTORE

Appassionata di giochi da sempre, ora ha finalmente la possibilità di scriverne e discuterne con altri appassionati come lei. Ama leggere, divertirsi e se la cava a smanettare col pc. Gioco preferito: la roulette!

Lascia un commento

  • Casinò
  • Giochi
  • Software
  • Pagamenti
X