Le prossime ipotesi di provvedimenti sul gambling in discussione al Senato

Le prossime ipotesi di provvedimenti sul gambling in discussione al Senato

Il Decreto Dignità, approvato a luglio e voluto fortemente dal vice Premier Luigi Di Maio, contiene, come ben si sa, alcune norme che limitano le iniziative promozionali degli operatori del gioco d'azzardo. Cosa che ha fatto preoccupare non poco gli operatori legali al momento attivi in Italia. La loro attività, infatti, resterà legale, ma non potranno più farsi pubblicità.

Tuttavia, sembra che il governo Lega-M5S non voglia fermarsi qui. Al contrario, sono state messe al calendario per la discussione al Senato alcune proposte di provvedimenti per limitare ancora, e di parecchio, il gioco d'azzardo in Italia.

La prima proposta riguarda l'introduzione di dispositivi digitali per la limitazione delle giocate e del tempo trascorso sulle slot machine, per combattere il gioco patologico. Si propone anche il dimezzamento delle attuali sale da gioco presenti sul territorio nazionale e l'aumento delle forze di polizia dedicate alla lotta contro il gioco d'azzardo illegale.

Verranno proposti poi provvedimenti per permettere un maggiore controllo sulle attività di gioco illegale online, l'aumento degli sforzi per promuovere una consapevolezza sui rischi del gioco, e una limitazione sulle vincite possibili alle VLT. Altre proposte ancora riguardano l'obbligo di un limite massimo nelle sessioni di gioco per impedire il lavaggio di denaro sporco e la collaborazione con le organizzazioni di settore per l'implementazione di un codice etico di salvaguardia dei giocatori.

SULL'AUTORE

Appassionata di giochi da sempre, ora ha finalmente la possibilità di scriverne e discuterne con altri appassionati come lei. Ama leggere, divertirsi e se la cava a smanettare col pc. Gioco preferito: la roulette!

Lascia un commento

  • Casinò
  • Giochi
  • Software
  • Pagamenti
X